PagineVegan, tutto il vegan che vuoi

The Game Changers: il potere delle proteine vegetali e la forza dell’etica

5 febbraio 2018

Di Ilaria Beretta

the_Game_Changers_vegan

James Cameron ha appena presentato il suo ultimo film documentario The Game Changers, letteralmente “Chi Cambia il gioco”: il regista hollywoodiano ha seguito i maggiori atleti vegan americani e anche alcuni sportivi professionisti ma non vegani, che hanno voluto provare a nutrirsi diversamente, assumendo esclusivamente proteine vegetali. In Italia si apprestano a concorrere all’ultramaratona Milano-Sanremo di 285 km, che si terrà dal 28 al 30 aprile 2018 i Feel Free, una squadra formata da 5 barefoot runner, per la maggior parte vegani che corrono per raccogliere fondi a favore di due rifugi che ospitano animali salvati dai macelli e da pericoli mortali.

The Game Changers: il potere delle proteine vegetali

James Cameron, il regista hollywoodiano autore di Titanic e di Avatar (i due film che hanno incassato di più nella storia del cinema) e sua moglie Suzy Amis Cameron hanno presentato il 19 gennaio scorso al Sundance Film Festival a Park City, Utah, U.S.A. il documentario vegano The Game Changers. Per realizzarlo Cameron ha collaborato con il regista Louie Psihoyos, regista premio Oscar 2010 per The Cove (La baia), miglior film documentario, sull’uccisione dei delfini in Giappone, e con James Wilks, campione di Mixed Martial Arts per la UFC, Ultimate Fighting Championship. Tutti insieme hanno concorso a mettere in risalto il potere di una dieta a base vegetale e a illustrare come migliorare le proprie prestazioni atletiche.
Anche altri atleti sono seguiti dall’occhio attento della videocamera: Patrik Baboumian, pesista ex culturista, l’olimpionico Kendrick James Farris, il campione di surf Tia Blanco, l’ultramaratoneta Scott Jurek e, ultimo non ultimo, Arnold Schwarzenegger.

Per dimostrare il potere di una dieta a base vegetale, i cineasti seguono un certo numero di atleti professionisti anche durante le visite mediche e i test che vengono loro fatti. Alcuni dei medici presenti sono: Robert Vogel, co-presidente della sottocommissione NFL National Football League che si occupa degli studi sull’endotelio, le cellule che rivestono l’interno dei vasi sanguigni; la dottoressa Kim Williams, ex presidente dell’American College of Cardiology; Dean Ornish, fondatore e presidente dell’Istituto di ricerca sulla Medicina preventiva senza scopo di lucro e Scott Stoll, specialista in Medicina fisica e riabilitazione che è anche medico di squadra per la Federazione USA di Bob e Skeleton, lo slittino con cui si corre a pancia in giù.

THE GAME CHANGERS: TEST, NON OPINIONI

In uno dei test il dottor Robert Vogel somministra a tre giocatori dei Miami Dolphins alcuni burritos, le famose tortillas ripiene: alcune con proteine animali e altre con proteine a base vegetale. Nel documentario si vede che, dopo aver prelevato il sangue e confrontato i campioni di proteine animali e vegetali, Vogel ha scopre che lo stesso atleta ha una funzione endoteliale più alta, e quindi migliore, quando mangia a base vegetale. In altre parole, mangiare proteine animali prima peggiora le prestazioni agonistiche perché il colesterolo che si deposita sulla superficie interna dei vasi sanguigni riduce il flusso ematico disponibile nei momenti di maggior intensità; mentre assumendo cibi a base vegetale i vasi sanguigni restano liberi di espandere le loro pareti al momento del bisogno, aumentando il flusso sanguigno e quindi la performance.

The Game Changers segue anche i progressi di numerosi atleti che hanno visto un netto miglioramento delle loro prestazioni dopo aver effettuato il cambio. Per la ciclista americana Dotsie Bausch, sette volte campionessa nazionale e due volte campionessa pan-americana, il passaggio a una dieta a base vegetale ha aiutato ad accelerare i tempi di recupero dopo un allenamento, tanto che a 40 anni ha vinto la medaglia d’argento nell’inseguimento a squadre alle Olimpiadi di Londra 2012 ed è la persona più anziana che abbia mai partecipato alle Olimpiadi in questa specialità.

THE GAME CHANGERS: CHI CAMBIA IL GIOCO IN ITALIA

In Italia è uscito nel maggio scorso il libro di Antonella Bellutti intitolato La vita è come andare in bicicletta (Edizioni Sonda, 2017). L’autrice, due volte medaglia d’oro di ciclismo alle olimpiadi di Atlanta 1996 e Sidney 2000, racconta la sua ossessione per il cibo e per il peso collegati alla prestazione sportiva e di come, una volta scoperta l’alimentazione vegana, tutto sia cambiato, permettendole di raggiungere i massimi livelli agonistici senza avere problemi e malesseri.
Nel frattempo si stanno allenando i Feel Free, una squadra formata da 5 barefoot runner che parteciperanno alla staffetta della ultramaratona più lunga d’Italia, la UMS Milano Sanremo di 285 km, che si terrà dal 28 al 30 aprile 2018. È la prima volta che a un’ultramaratona così impegnativa partecipa una squadra composta integralmente da atleti che percorreranno le loro frazioni completamente scalzi. Il team formato da Ercole La Manna, Paola Coccato, Folco Terzani, Sara Enge e Paola Corini si distingue anche per essere composto quasi per intero da atleti vegani che corrono per raccogliere fondi a favore di due rifugi che ospitano animali salvati dai macelli.

Sia il film The Game Changers con il suo stuolo di atleti americani, sia i nostri atleti italiani, campioni e non, ci mostrano con straordinaria immediatezza ciò che di grande e potente può fare un corpo nutrito di proteine pulite insieme a un cuore assetato di giustizia.

The game Changers | James Cameron | Suzy Amis Cameron | Louie Psihoyos | Dotsie Bausch | Antonella Bellutti | UMS Milano Sanremo | Fell Free

Questo sito si avvale di uso di cookie tecnici e di terze parti necessari al funzionamento e utili per tutte le finalità illustrate nella Informativa estesa o Cookies Policy. Se vuoi avere maggiori informazioni per proseguire nella navigazione del sito di Pagine Vegan oppure negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookies, consulta la Informativa Estesa o Cookies Policy che segue. Cliccando su Accetta acconsenti uso dei cookies stessi Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi